Pensieri, senza filtro.

Quando le dita improvvisano sulla tastiera

25

Nov 2012

Vibrazioni d’amore

scritto da / in SENZA FILTRO / 1 commento

E’ il terzo weekend di fila che passo davanti a un pc per lavoro. Le nottate di queste ultime settimane sono state lunghissime, dense. Sto pianificando grandi cambiamenti e provando a gestire le mille scadenze con determinazione.

La forza, la spinta che mi induce a non mollare, a vivere con ottimismo, a danzare sulle note disegnate dai raggi del sole, è quella cosa semplicissimamente complessa che chiamiamo Amore.

L’amore è un’ energia pazzesca, qualcosa che davvero non riesci a tradurre, a spiegare, a raccontare a parole. L’amore è quella leva che ti aiuta a rialzarti ogni volta che la vita ti fa lo sgambetto.

L’amore è condivisione, nel bene e nel male, è la consapevolezza che ogni cosa è animata  da un primordiale respiro superiore, quello che regge le fila della nostra vita.

Un amore grande, spontaneo, naturale, materno, viscerale. Qualcosa che non sai nemmeno spiegare come, dove, perché ma nasce, vive, si alimenta e cresce dentro di te.

Energia pura, creativa, fattrice.

Amore, una passione che è all’origine di tutte le cose. Quello che ci ha portato ad affacciarci su questo mondo quando i nostri genitori hanno unito le loro anime in un gesto d’amore. Siamo figli dell’amore, o magari, semplicemente di una grande passione. Sì, perché senza passione non si crea nulla.

Amore per sè, amore per il proprio lavoro, amore per il prossimo, per il buon vino e il cibo sapientamente cucinato.

Amore.

Amore che ti spinge a credere, a saper essere grato per ogni singolo istante di vita, per il respiro che appanna il vetro, per il sole che riscalda ogni nuovo giorno, carico di possibilità, di strade da percorrere, di sfide, di momenti negativi che ti mettono a dura prova e che ti aiutano a crescere.

Compassione, l’amore che ti fa condividere, che ti mette in relazione, che ti fa sentire parte del tutto, pur restando nel nucleo originario del tuo sè, un atomo denso di carica e di possibilità.

Un fluire armonico, sinuoso, ostacolato a volte da rocce millenarie. Una cascata improvvisa, una deviazione, ma il fluido dell’energia vitale, dell’amore, continua a scorrere. Non esistono ostacoli per chi ha la volontà di superarli, per chi riesce a trovare l’entusiamo, per chi riesce a rialzarsi.

Come insegna il mito di Amore e Psiche, l’amore richiede fiducia. Una fiducia cieca che porta all’immortalità.

Non esiste nulla che può aiutarci a sostenere il peso delle giornate negative, delle tasse da pagare, della malattia, della sfortuna…nulla è più forte dell’amore.

Ama e sarai amato. Mettici passione e otterai il successo. Non c’è nulla di più appagante che offrire amore, incondizionatamente, liberamente, sinceramente e visceralmente. “Non importa quanto doniamo, ma quanto amore mettiamo in quello che doniamo” diceva Madre Teresa di Calcutta.
E se il nostro amore non è corrisposto? Impossibile, anche odio è una forma d’amore, un ‘diversamente amore’, mettiamola così.
Non si vive senza amore. Love is in the air! L’amore è parte di noi. Lo respiriamo, lo tocchiamo, lo annusiamo, lo vediamo.

Anche la mia tastiera è una prova di amore, frutto della passione della persona che l’ha progettata, di chi con sapienza l’ha prodotta, di chi l’ha venduta, di chi con amore la anima solleticando i suoi tasti in questa domenica di novembre dedicata all’amore.

Vibrazioni d’amore, una melodia universale che attraversa i granelli di vita del mondo.

Non abbiamo ragione di essere tristi se pensiamo a quanto amore ci circonda. Dobbiamo solo aprire le porte dell’anima, imparare a percepirlo, a respirarlo, ringraziando per la fortunata esperienza di felicità che l’amore saprà donarci.

Voglio condividere questo post su...

Grazie :)
Post simili
1 commento
  • dafne

    dicembre 6, 2015, pm31 5:53 PM
    01

    Amore agape, eros producono vibrazioni. Le farfalle nello stomaco quando ci innamoriamo sono vibrazioni.
    Nel tantra l’ eros si espande e produce vibrazioni.
    Molti non lo capiscono perché non hanno la sensibilità necessaria ma tutti possiamo accrescere la nostra percezione di queste meraviglie.

E tu, che cosa ne pensi?